baby boomers

Intervista a Sandra, la centralinista più soft

Dal momento in cui tutte le più recenti statistiche descrivono quello delle linee erotiche a basso costo come un business in continua crescita,ci siamo voluti mettere in contatto con Sandra, una di quelle telefoniste che siedono dietro la cornetta telefonica di queste hotline e che con dedizione, passione e professionalità rispondono ai loro clienti.

Ciao Sandra. Partiamo con il tuo ingresso nel mondo dell'erotismo. Spiegaci un po' come tutto ha avuto inizio.

Il mio esordio all'interno del telefono hot giovani è davvero poco appassionante, più che altro perchè è avvenuto secondo metodi piuttosto classici: ero una ragazza in cerca di fortuna e in quanto tale ero solita consultare annunci di lavoro su internet, recarmi ai colloqui e sfogliare i giornali locali nei quali venivano pubblicati post di ricerca/offerta di lavoro. E proprio in una di queste testate locali che danno gratuitamente nella mia zona, mi sono imbattuta in una pubblicità in cui si chiedeva alle donne interessate di entrare nel business dell'erotismo al telefono. Ho chiamato il numero sovrimpressione e un paio di giorni dopo mi sono ritrovata a fare due chiacchiere con la persona che si occupava di gestire il tutto.

Immagino tu le sia piaciuta, perchè sulla base di quanto ci accennavi hai iniziato praticamente subito dopo il colloquio...

Sì in effetti ho cominciato praticamente all'istante. Mi hanno fatto fare una prova con un cliente fittizio e hanno visto che in me c'era del potenziale su cui si sarebbe potuto lavorare. Non che mi abbiano fatto iniziare a ricevere telefonate così, senza un minimo di formazione. Anzi, mi hanno dato e mi danno tuttora dei consigli validi che ritengono possano essere utili per intrattenere al meglio la clientela: in fondo noi non cerchiamo altro che la soddisfazione di chi ci contatta, pertanto è nostro dovere aggiornarci sulla base del mondo che cambia, delle tendenze che sembrano andare per la maggiore, e delle esigenze che via via riscuotono maggiore successo nel pubblico maschile.

Ma ad oggi che ormai hai una tua consolidata esperienza nel settore, in che cosa ti ritieni particolarmente forte? In cosa, detto terra terra, credi che il tuo pubblico ti ammiri?

Io credo che uno dei maggiori punti di forza che hanno contribuito a rendermi una delle rappresentanti più autorevoli del telefono porno ragazze sia senz'altro la mia predisposizione: sono sempre molto gentile e cauta con chiunque, sono, se così vogliamo dire, l'espressione più tenera di un mondo che ha anche volti aggressivi e a tratti perversi. Accanto a me lavorano colleghe specializzate in ogni ambito e io simboleggio appunto la parte più dolce, romantica e soft del telefono erotico in cui lavoro. D'altronde molti uomini cercano anche questo tipo di approccio: non ci sono mica solo quelli che chiedono di essere frustrati, per dirla tutta!

Quindi ci confermi che esistono ancora i “romanticoni” di quartiere?

Assolutamente sì! O meglio, in genere nel business del sesso a distanza vanno per la maggiore richieste estreme, anche perchè si tratta appunto di fantasie tanto perverse che magari l'uomo che chiama non ha l'opportunità di sfogare nel suo vivere quotidiano. Ma sì, c'è anche chi è alla semplice ricerca di compagnia o magari anche di un rapporto al telefono da basarsi però su parole dolci, atti teneri e un sesso vissuto nella sua declinazione più “innocua”.

Visita il telefono erotico di Sandra899.it

HOME | Edoardo Santi | La bellezza oggi